Somministrazione di farmaci per via rettale

Cari Lettori,
la rubrica di oggi tratta la somministrazione di farmaci per via rettale.

La via rettale consente la somministrazione di supposte o clisteri.

Le supposte hanno forma conica od ovoidale ed utilizzano come eccipiente la glicerina che, sciogliendosi al contatto con il calore corporeo, favorisce la penetrazione della supposta e consente la liberazione del farmaco.

I clisteri sono per lo più usati per favorire l’evacuazione. L’assorbimento del farmaco per via rettale è più rapido rispetto alla via orale anche se meno di quella parenterale.

Tale via può costituire un alternativa alla vai parenterale in alcune condizioni di urgenza, come nelle convulsioni febbrili in età pediatrica. In questo caso il farmaco ( diazepam ) viene iniettato attraverso lo sfintere anale mediante una siringa priva dell’ago. La via rettale può costituire un’alternativa alla via orale nella somministrazione di farmaci gastrolesivi, dal momento che il farmaco risulta meglio tollerato.

L’infermiere per tale pratica ha il compito di (informare il paziente della somministrazione chiedendogli se ha evacuato o ha lo stimolo a farlo, attendendo eventualmente l’evacuazione per evitare che ciò avvenga dopo l’introduzione della supposta ,tale manovra infatti stimola la defecazione inducendo una serie di contrazioni peristaltiche intestinali; ritaglia poi dalla confezione un singolo involucro , lo apre , facendo scivolare la supposta su un quadratino di garza; indossa un guanto monouso; pone il paziente in posizione supina in decubito laterale destro o sinistro; prende la supposta tra le dita ; divarica i glutei con l’altra mano e visualizza l’ano; invita il paziente a compiere una profonda inspirazione a bocca aperta e introduce delicatamente la supposta spingendola oltre lo sfintere interno; infine avvicina i glutei per qualche minuto e per evitare l’espulsione chiede al paziente di rimanere a letto ed evitare di defecare per almeno 30-45 min.

Categories : Somministrazione di farmaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *